“I Templari, le Marche e il Santo Graal” – Emanuela Properzi

“I Templari, le Marche e il Santo Graal” – Emanuela Properzi

“I Templari, le Marche e il Santo Graal” di Emanuela Properzi
284

SINOSSI:

La ricerca del Santo Graal è sempre stato il sogno segreto di ogni Cristiano. Esiste? Ne esiste solo uno? È una coppa o è altro?
Emanuela Properzi illustra qui una documentata spiegazione che individua nelle Marche il luogo in cui questa importantissima reliquia è nascosta, pur essendo sotto gli occhi di tutti.
Qual è il collegamento che lega il Santo Graal, i cavalieri templari e le Marche? Il favoloso tesoro templare, dopo il drammatico rogo del Gran Maestro Jacques de Molay a Parigi, è arrivato in questa incredibile regione? Poi, che fine ha fatto?
Che ruolo ha avuto il potente Vescovato di Fermo in tutta questa vicenda? Un libro sorprendente che ci fa scoprire un Medioevo del tutto nuovo, ricostruito mettendo insieme documenti nascosti in antichi archivi, di quelli che oggi sono piccoli paesetti di provincia ma che nella storia hanno rappresentato importanti capisaldi religiosi, culturali, politici.
Un libro che risponde a tanti quesiti, senza nulla lasciare alla fantasia, con una precisa metodica scientifica.
È questa la vera storia dei Templari? Nessuno può affermare di conoscerla pienamente, tanto è ricca di eventi e contenuti, ma di certo in questo libro se ne racconta una parte importante, tutta di scoprire.

 

L’AUTRICE:
Properzi Emanuela, si è laureata presso l’Università degli Studi di Perugia in Materie letterarie e Latino. Ha seguito il corso di Specializzazione in Storia dell’Arte medioevale e moderna presso l’Università la Sapienza di Roma. Ha frequentato la Scuola Vaticana di Paleografia e Diplomatica. Ha conseguito il diploma di restauro. Ha pubblicato diversi articoli su “L’Osservatore Romano”. Ha svolto la professione d’insegnante di italiano e latino presso i licei del Fermano. Ha realizzato numerose pubblicazioni sulla storia antica e medioevale e sulla storia dell’arte. Ha pubblicato con Edizioni Nisroch “Il mistero della scatola di Pietra. La Capsella di Montecosaro”.

“IL COMPENSO DEL DESTINO” – Romanzo storico di Pietro Femia

“IL COMPENSO DEL DESTINO” – Romanzo storico di Pietro Femia

“IL COMPENSO DEL DESTINO” – Romanzo storico di Pietro Femia
278

SINOSSI:

Cosa lega la famiglia Balbi al giovane Salvatore?
Vite all’apparenza lontane che, passo dopo passo, guidate da una mano invisibile, convergono fino a ritrovarsi unite, per sempre.
Guerra, odio razziale, distruzione, mafia, rinascita, introspezione personale: sono tra gli ingredienti di questo romanzo che attraversa mezzo secolo del 1900. Il “secolo che ha sconvolto il mondo” viene qui presentato con le vite di personaggi di grande umanità, con spaccati d’Italia in cui è bello perdersi, con l’incrollabile convinzione dell’Autore che tutte le difficoltà della vita, arrivano prima o poi, ad un lieto fine.
Un modo per rivivere quel periodo, per quanti lo hanno vissuto, e un modo per conoscerlo, per quanti sono nati successivamente.

L’AUTORE
Pietro Femia è nato nel febbraio del 1948 in un piccolo paese, a Marina di Gioiosa Ionica, in provincia di Reggio Calabria, da una famiglia di contadini poveri. Decise di trasferirsi a Torino all’età di 15 anni. A Torino, e senza un alloggio fisso, iniziò subito a lavorare sodo. Ha lavorato come operaio, lavavetri nei palazzi, operaio nella costruzione di strade e nelle pulizie, commerciante porta a porta, assicuratore ed ha lavorato anche come comparsa in alcuni film e fiction prodotti dalla Rai di Torino come per esempio la fiction sulla vita di Garibaldi e I Promessi Sposi parodia del trio Marchesini, Solenghi, Lopez negli anni ‘80. Si sposa nel 1974 con una ragazza siciliana e l’anno successivo diede i natali a sua figlia. Da sempre appassionato di astronomia e antiquariato. In pensione si è dedicato completamente all’antiquariato, alla lettura e alla scrittura. Con la sua prima opera ( “Due soldi di carità”-Edizioni Albatros), nel 2019 ha ottenuto tre riconoscimenti:
1) Premio Letterario Nazionale “Un libro amico per l’inverno” dell’associazione GueCi: Medaglia al Merito Narrativo
2) Premio Internazionale Castrovillari città cultura: terzo classificato ex aequo
3) Concorso letterario nazionale “Le parole arrivano a noi dal passato” associazione Rinnovamenti: secondo classificato. Si riporta uno stralcio dello giudizio della critica: “Un romanzo costruito su canovaccio di efficace intreccio storico-socio-antropologico, ancora vivo e attuale,  e di contaminatio  del reale con l’immaginario, da cui fanno capolino, a ogni piè sospinto, valori intramontabili, quali l’amicizia, la generosità e la consapevolezza di far leva sulle qualità umane  più profonde e maggiormente preziose per mutare il corso del vissuto quotidiano.
In uno stile elegante, fluido e coinvolgente emotivamente per un registro linguistico, che si avvale di gradazioni consone alle situazioni descritte e modulate sugli stati d’animo dei singoli in una visione partecipativa corale di stampo verghiano”

“Le abilità paranormali. Le tecniche del Zhìnéng Qìgōng” – Dr. Pàng Mìng

“Le abilità paranormali. Le tecniche del Zhìnéng Qìgōng” – Dr. Pàng Mìng

“Le abilità paranormali-Le tecniche del Zhìnéng Qìgōng” – Dr. Pàng Mìng
238

SINOSSI:

L’incontro con Zhìnéng Qìgōng ha cambiato e trasformato la mia vita in meglio, arricchendola moltissimo, è un cammino che intendo continuare e rinnovare ogni giorno con impegno, volontà e una costante pratica.  Nella scienza del Zhìnéng Qìgōng, le abilità paranormali sono un modo per esplorare i misteri della vita. Noi abbiamo bisogno di sviluppare rapidamente capacità paranormali per comprendere meglio la nostra vita e per creare un mondo migliore per tutti. È necessaria una pratica ripetuta di Zhìnéng Qìgōng per ottenere abilità paranormali, per avere un qì abbondante e inoltre, occorre migliorare la capacità di focalizzare anche lo yìshì. “La calma nutre la coscienza e il qì nutre lo Shén”: l’augurio e l’intenzione che esprimo, per chi leggerà questo libro, è quello di nutrire la vostra coscienza con la calma, di alimentare il vostro Shén con il qì, di vedere la luce del qì ed arrivare nel tunnel di yìyuántǐ!”. Questo libro presenta la teoria del Zhìnéng Qìgōng sulle abilità paranormali, come anche le tecniche per ottenerle e usarle. Il libro include una spiegazione della diagnosi e del trattamento delle malattie attraverso Zhìnéng Qìgōng, e come ottenere rapidamente e usare le abilità paranormali.  Seguendo le istruzioni di questo libro, il lettore potrà comprendere le abilità paranormali. (Maria Grazia Mauri)

Il Dottor Páng Míng, anche conosciuto con il nome Páng Hè Míng (庞鹤鸣), è nato nella città di Dìngxīng (定兴), nella provincia dello Héběi (河北) in Cina. È uno stimato scienziato del Qìgōng e un dottore in medicina. Ha ricoperto una posizione di rilievo nell’Associazione Scientifica Cinese di Qìgōng ed è stato presidente del Settore Zhìnéng Qìgōng. È stato presidente onorario dell’Associazione Qìgōng di Pechino e Direttore e Segretario dei Centri Curativi e di Allenamento del Zhìnéng Qìgōng Huáxià, e del suo Dipartimento di Ricerca Scientifica. Il Dottor Páng Míng ha una profonda conoscenza sull’argomento e lavora con rigore, precisione e spirito pragmatico. È il fondatore della scienza del Qìgōng.

“MITHRA Deus Sol Invictus” – Alessandra Piccinini, Maurizio A. De Pascalis

“MITHRA Deus Sol Invictus” – Alessandra Piccinini, Maurizio A. De Pascalis

MITHRA Deus Sol Invictus- Alessandra Piccinini – Maurizio A. De Pascalis

In questo libro si spiega l’essenza – o le essenze – del mitraismo, religione ancora in parte misteriosa, e si indaga sulla simbologia mitraica sotto due profili, che vanno tenuti nettamente distinti ma entrambi ugualmente imprescindibili.
Il primo aspetto è la storia del simbolo, vale a dire il contesto originario da cui questa simbologia trae origine e i mutamenti nel modo di intenderla che costituiscono la naturale conseguenza della sua trasmissione culturale,
Il secondo aspetto della nostra indagine si focalizza su una visione del simbolo come presenza viva, fuori dal tempo, e sulla ragione del suo perdurare nei secoli mantenendo inalterata la capacità di generare significati.
Vi sono insospettate analogie tra il culto di Mithra e il Cristianesimo che conosciamo oggi. Approfondire la conoscenza di questa antica religione ci aiuta comprendere alcuni aspetti di riti che, nonostante i secoli, rimangono di grande attualità.

Alessandra Piccinini nasce a Macerata, e vi trascorre i primi anni di vita nel cuore del centro storico, in una casa antica sulle mura, contraddistinta dal colore rosso del portone d’ingresso, che dà il titolo al romanzo d’esordio. Già dai primi anni dell’infanzia ha modo di conoscere racconti e leggende  dell’entroterra marchigiano da cui proviene il ramo paterno della sua famiglia. Fin da adolescente si interessa di storia della Resistenza, musica, esoterismo e filosofia. Si diploma a Bologna come truccatrice, avendo modo così di lavorare in spettacoli teatrali in tutta Italia. Consegue la maturità classica, la laurea in Giurisprudenza e un Master. Dal 2002 svolge la professione di avvocato amministrativista, con una lunga parentesi a Roma, dove si trasferisce per alcuni anni durante i quali ha modo di conoscere in profondità l’ambiente dei grandi studi legali e di trarne ispirazione per alcuni dei suoi personaggi. Attualmente vive nelle Marche a Porto Recanati. Ha pubblicato nel 2019 il romanzo “Il Portone Rosso” (Le Mezzelane Edizioni), nel 2020 il racconto esoterico “Il Signore Lucente”(Edizioni Nisroch). Ha scritto numerosi racconti breve, ha curato per Edizioni Nisroch, “Il Manuale dell’iniziazione sciamanica” di Angelo Castignani.

Maurizio Antonio de Pascalis, nasce a Melendugno (Le) nel 1952.
Medico specialista ortopedico, da circa 40 anni esercita la professione a Roma, prima nel SSN e ora privatamente. Docente della formazione medico specialistica, è autore di numerose pubblicazioni in campo medico.
E sempre stato attratto dal mondo esoterico e in particolare dall’Alchimia e dallo studio della simbologia dei Taroth. Ha pubblicato con Edizioni Nisroch “La Via Alchemica-Una guida al perfezionamento interiore”.

“Bagliori dall’infinito. Dove il cuore parla e la mente tace” – Suraj Carlino

“Bagliori dall’infinito. Dove il cuore parla e la mente tace” – Suraj Carlino

Bagliori dall’infinito – Dove il cuore parla e la mente tace - Suraj Carlino
106

SINOSSI:

Queste poesie mi sono arrivate durante l’anno trascorso, in un periodo molto particolare della mia esistenza, sono fluite, sono affiorate quasi sempre dalla sfera del Cuore, aperto ad una sensibilità profonda. Di solito scrivo canzoni: è sempre stata una modalità per esprimere il mio manifesto, ognuno scrive ciò che è,  ciò che vive e  che sente in base alla propria esperienza. In queste poesie ho cercato di descrivere l’indescrivibile, in presenza cosciente e cuore aperto, tentando l’impossibile, non tenendo conto delle barriere imposte dalla mente, ritenendo ogni frontiera superabile ed ogni limite valicabile.

Suraj Carlino nasce ad Agrigento nel 1960. E’ un ricercatore spirituale, musicista autodidatta, un cantautore che non cerca pubblico, scrivendo da sempre le sue canzoni per proprio piacere, ispirato e spinto a mettere su carta ciò che gli arriva in certi momenti di profonda  connessione, nell’essere coscienza. Non ha mai pensato di scrivere poesie, è successo in modo straordinario, coinvolto e stimolato in quest’avventura fantastica quasi per gioco, senza pensarci, in un semplice fluire. Scrive di spiritualità, d’amore, di fratellanza, di dolcezza e sentimenti profondi, cercando di spiegare l’inspiegabile, di trasmettere qualcosa che contenga verità  e bellezza, vissuta e scoperta.