About EDIMARCA

Èdi.Marca nasce per supportare l’editore marchigiano trovando insieme le migliori strade per superare gli ostacoli insiti nella dimensione dell’editoria

Èdi.Marca Editori

La difesa della Cultura con la C maiuscola, quella vera, di una popolazione, passa per la difesa dei piccoli editori. La valorizzazione dell’editoria.
“Èdi.Marca-Associazione Editori Marchigiani”, la prima associazione di categoria del settore editoriale della regione Marche, nasce nel gennaio 2019 come strumento unitario per affrontare la congiuntura attuale dell’economia italiana e mondiale.
Una comunione di intenti fra editori marchigiani finalizzata principalmente ad una funzione operativa, necessaria per il settore, costituito da realtà di piccoli o piccolissimi editori che hanno un’importante missione: dare voce a prospettive culturali che non trovano spazio in una cultura omologata da una visione oligarchica dei grandi editori.

 

In dialogo con associazioni e pubblica amministrazione

È di Marca nasce per supportare l’editore marchigiano trovando insieme le migliori strade per superare i punti deboli strutturali insiti nella dimensione di piccola casa editrice, ricercando convenzioni e collaborazioni con le componenti che ruotano attorno al mondo libro (distributori, tipografie…).
Fondamentale e prezioso è il rapporto con il territorio ed il progetto di una convenzione con le Biblioteche, gli Archivi e i Musei delle Marche, per un’azione capillare di promozione del libro in tutte le province della Regione.
Insieme operiamo per la promozione nazionale e internazionale, vero nodo centrale degli editori marchigiani, partecipando a numerosi e prestigiosi eventi di settore, anche in collaborazione con ADEI, Associazione nazionale Degli Editori Indipendenti.

 

“Perché ADEI? Perché i libri sono il pilastro economico della cultura, le case editrici indipendenti contribuiscono in modo decisivo alla ricerca e al sostegno di contenuti innovativi, ed è necessario difenderne valori, economia, regole nel modo più efficace possibile.”

L’azione della Regione Marche è indirizzata a creare e incentivare sinergie tra le biblioteche, gli istituti culturali, i settori educativi ed il settore dell’editoria e della distribuzione, tutti uniti per una diffusione della pratica della lettura essenziale per una crescita complessiva del pubblico e della cultura regionale.

La salvaguardia e valorizzazione del patrimonio regionale passa attraverso l’incentivazione all’offerta di prodotti editoriali quali strumento insostituibile per la circolazione delle idee, per la crescita sociale e culturale dei cittadini, per la salvaguardia delle peculiarità culturali della comunità.