La Loggia Madre Kilwinning

La Loggia Madre Kilwinning

[vc_row][vc_column width=”2/5″][vc_single_image image=”2834″ img_size=”full”][/vc_column][vc_column width=”3/5″][vc_column_text]

La Loggia “Mother Kilwinning

La Loggia “Mother Kilwinning n°. 0” si trova in Scozia ed è considerata, da coloro che seguono l’istituzione iniziatica muratoria nelle varie nazioni, la prima Loggia massonica al mondo e per questo gli è stato assegnato il n°. 0. Da questa Loggia Madre sono nate le altre Logge scozzesi e inglesi e quindi successivamente quelle in Francia, in Italia e nel resto d’Europa. Dalle Logge eu-ropee sono poi nate le altre Logge presenti nei vari stati del mondo. Approfondire la conoscenza di questa prima Loggia, in un certo senso, significa andare all’origine della Massoneria, anche se i presupposti e i principi della Tradizione Muratoria sono rintracciabili nelle conoscenze esoteriche e iniziatiche presenti nelle antiche civiltà egizie, mesopotamiche, ebraico-giudaiche e greche.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

La Simeide

La Simeide

[vc_row][vc_column width=”2/5″][vc_single_image image=”2791″ img_size=”full”][vc_column_text]

ISBN: 9788894349924
AUTORE: Tullio Bugari[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”3/5″][vc_column_text]

La Semeide – Tullio Bugari

La Simeide è l’epopea moderna di una fabbrica di operai di periferia. Racconta la meraviglia di una lotta vincente scoprendola dentro la quotidianità dei fatti vissuti in modo intenso e consapevole. Non erano ignari gli operai di ciò che accadeva attorno ma cercavano caparbiamente di esserne protagonisti, negli anni della partecipazione e dei consigli di fabbrica. E per riuscirci, dovevano farlo insieme alla città e comunità di allora, secondo i modi sociali, politici e istituzionali di partecipare, condividere e mobilitarsi. In un periodo in cui le forme sociali e politiche di rappresentanza subivano importanti cambiamenti, tra gli anni Settanta e l’inizio dei Novanta. La Simeide è il racconto dal punto di vista operaio della “vertenza” della Sima di Jesi, dall’emersione della crisi finanziaria nel 1977 – ci fu un processo a proprietari e amministratori per costituzione di capitali all’estero – a un nuovo assetto proprietario che garantiva la riassunzione di “quasi” tutti gli operai e il proseguimento dell’attività in cui la Sima era leader in Italia e in Europa.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]