“Il fiume scorre lento” – Maria Marsili Patrignoni

“Il fiume scorre lento” di Maria Marsili Patrignoni
16 €

Sinossi

Roma. Uscita da un collegio che era stato per lei casa e prigione, Marinella si trova in un mondo che la disorienta. La rigida educazione ricevuta dalle suore la confina nella paura verso l’altro da sé, che diventa quasi terrore quando si tratta dell’altro sesso. Odia quel mondo nuovo, e si ritrova a confidare al lento scorrere del Tevere tutta l’inquietudine che pare debba detonare da un momento all’altro.
Anche il tempo scorre, però, come un fiume, e porta con sé il fiorire di un sentimento nuovo, che può somigliare all’inizio della vita, che però è mutevole e sempre dinamica, come l’acqua. Maria Marsili Patrignoni descrive questo fluire e questo intrecciarsi di vita con uno stile delicato e coinvolgente.

Ogni momento il pensiero di te

Ogni momento il pensiero di te

[vc_row][vc_column width=”2/5″][vc_single_image image=”3227″ img_size=”full”][vc_column_text]ISBN formato cartaceo 9788833284118

Prezzo 13,00

Pagine 120

Formato 15×21 – rilegato – con alette – con segnalibro ritagliabile

http://negozio.lemezzelane.eu/prodotto/ogni-momento-il-pensiero-di-te-carta

ISBN formato ebook 9788833284170

Prezzo 4,49

http://negozio.lemezzelane.eu/prodotto/ogni-momento-il-pensiero-di-te-ebook

AA. VV.

Prefazione di Massimo Pasqualone

Postfazione di Rita Angelelli

Progetto grafico di Giuseppe Di Benedetto[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”3/5″][vc_column_text]

Ogni momento il pensiero di te

Agape, Phileo, Thelo, Storge, Eros, Xenia… tutte in un’unica raccolta. L’amore puro, appassionato, virtuoso, e poi il desiderio, l’ambizione, l’affetto, l’istinto sessuale, antico quanto il mondo che l’ha generato, straordinario, potente e infine la sofferenza, il dolore, la malinconia, la distanza.

di AA.VV. con la prefazione di Massimo Pasqualone e la postfazione di Rita Angelelli

Ma l’amore che cos’è? Tanti, forse troppi, hanno cercato, meditato, riflettuto, scritto, composto, pianto. Non vi è entronauta, ermeneuta, lirico, meditativo che non si sia cimentato con l’arcano. Certo: l’androgino, il mito di eros, privazione e povertà, tutti i “freud” e i “fromm” di questo mondo, ma – bisbiglia Saffo – “amore sconvolse il mio cuore come il vento sui monti aggredisce le querce”. (Prof. Massimo Pasqualone)[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

La stanza segreta

La stanza segreta

[vc_row][vc_column width=”2/5″][vc_single_image image=”3224″ img_size=”full”][vc_column_text]ISBN formato cartaceo 9788833284156

Prezzo 13,00

Pagine 128

Formato 12×17 – rilegato – con alette – con segnalibro ritagliabile

http://negozio.lemezzelane.eu/prodotto/la-stanza-segreta-carta

ISBN formato ebook 9788833284187

Prezzo 4,49

http://negozio.lemezzelane.eu/prodotto/la-stanza-segreta-ebook

Autore Rosanna Di Iorio

Progetto grafico Giuseppe Di Benedetto[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”3/5″][vc_column_text]

La stanza segreta

Ci sono amori che arrivano di nascosto
Amori vicini, amori lontani
Amori nati per gioco, semplici, complicati
Amori che piano ci prendono per mano;
Amori soltanto immaginati.
Amori che da soli inventano l’infinito:
che non hanno paura di vivere. Di morire.

di Rosanna Di Iorio

Se pensiamo che il mondo è retto dall’amore, agiamo in suo nome; e siccome a ogni pensiero segue un’azione, diventiamo ciò che pensiamo. L’amore è musica, è passione “Amori amanti… inafferrabili, senza abbandoni/che vanno oltre il sogno, le case, le cose”, è colore, è armonia, è rinuncia, libertà; è rispetto, è solidarietà “Lungo sterili scie di mari verdi/voi, viandanti per sempre, vi lasciate/sospingere così tra vento e sale/- senza rimpianti senza mai voltarvi -/nell’abbagliante sfarfallio di dolci/lusinghe e avide sfide senza tregue,/nell’umile sapore del sentirsi” è saper ascoltare senza giudicare, è comunicare senza parole, è un sorriso, è una carezza. L’amore è nelle piccole cose, nei piccoli gesti, nella vita semplice, nel mormorio del vento, nel profumo di una rosa, nei colori dell’arcobaleno; è nel mattino levigato dall’alba. Saper riconoscere queste piccole grandi cose, queste meraviglie, che sembrano tutte scontate, è un dono di cui il mondo oggi ha bisogno più che mai. Perché ci stiamo facendo sopraffare dalla fretta, dal culto dell’apparire, dal materialismo. L’anima dell’uomo si è indurita e noi non sappiamo più chi siamo. Nel nostro cuore non penetra più la luce che ci fa distinguere il bene dal male. “i sentimenti/che scorrono atterriti, disattenti,/lungo il sentiero senza suono, solo/con passi lievi inesistenti. Quasi/come un nonnulla.”
Come sono grandi gli uomini quando riescono ad essere semplicemente uomini e bimbi! Dobbiamo ritrovare la luce. La luce è l’unico tesoro che abbiamo; è l’energia che muove i nostri passi, è la possibilità di riconoscere chi ci sta vicino. Dobbiamo fermarci per riflettere, per non cadere. Basta solo perseverare nell’intento per poi godere della serenità, del giustapporre, nel piacere della sosta. Solo così si può affrontare qualsiasi tempesta, si può recuperare quell’umanità che è in noi e che oggi abbiamo smarrito tra l’indifferenza e il delirio di onnipotenza.“E queste mani sempre ancora vive,/eppure morte, alla ricerca cupa/di un senso, del tuo amor desiderato,/forse. O della perduta giovinezza./E che serbano ancora sensazioni/fantasticate intatte di infinito.”/[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]